Statuto della Sezione di Busto Arsizio

Regole da rispettare all’interno della Sezione

Regole di GESTIONE

  1. Il Socio prima di accedere agli stand di tiro deve passare dalla Segreteria, esibendo all’addetto la propria tessera T.S.N. personale, dove provvederà a farsi rilasciare regolare ricevuta con elencati i servizi richiesti (noleggio arma, cessione munizioni, pedana di tiro, bersagli ecc.), tale ricevuta sarà da esibire al Direttore di tiro in servizio presso lo stand, riconoscibile dal tesserino personale.
  2. L’accesso e l’utilizzo delle linee di tiro con la propria arma è subordinato al possesso di Licenza di Porto/Trasporto d’armi in regola ed in stato di validità.
  3. Ogni Socio prima di iniziare la sessione di tiro deve compilare obbligatoriamente il registro di frequenza al tiro.
  4. Il tempo massimo per occupare una pedana di tiro è stimato in 45-50 minuti (per lo stand a fuoco) con numero illimitato di cartucce; 60-70 minuti (per lo stand ad aria compressa), a tempo scaduto il tiratore dovrà effettuare un nuovo pagamento della pedana.
  5. Le munizioni cedute dal T.S.N. devono essere scaricate nel registro frequenze al tiro e consumate tutte all’interno dello stesso poligono.
  6. Usare munizionamento consentito con palla NON camiciata.
  7. Il pagamento della linea di tiro e dell’eventuale noleggio dell’arma da diritto ad 1 (uno) bersaglio per 50 colpi, eventuali bersagli dovranno essere richiesti a pagamento in segreteria.

Regole di SICUREZZA

  1. All’interno del poligono l’arma deve essere trasportata scarica ed in apposita valigetta.
  2. L’arma deve essere sempre maneggiata con cura e perizia e solo sulla linea di tiro e con la volata rivolta verso i bersagli.
  3. Durante la compilazione del registro frequenze al tiro, E’ FATTO DIVIETO “copiare” direttamente dall’arma la marca, il modello ed il numero di matricola, pertanto si consiglia vivamente di elencare su di un’etichetta o foglio i dati relativi all’arma.
  4. Sulla linea di tiro vi trova posto un solo tiratore, eventuali accompagnatori devono stare negli appositi locali esterni allo stand di tiro.
  5. Quando non è utilizzata per il tiro, l’arma deve essere tenuta sempre scarica, con culatta-otturatore aperto per le armi semiautomatiche o tamburo aperto per i revolver, appoggiata sull’apposito bancone e, in ogni caso, sempre rivolta verso i bersagli.
  6. L’operazione di caricamento deve essere effettuata in sicurezza, sempre con l’arma rivolta verso il campo di tiro.
  7. Quando si effettua il cambio bersagli bisogna rispettare gli ordini impartiti dal Direttore di Tiro in servizio, (armi scariche, arretrare dalla linea di tiro dietro la linea gialla) qualsiasi segnale lampeggiante e sonoro nello stand di tiro avverte pericolo.
  8. Per nessuna ragione le armi possono essere lasciate nello stand cariche e abbandonate, anche per pochi istanti.
  9. I tiratori hanno l’obbligo di comportarsi con la massima disciplina nella prestazione di tiro.
  10. Durante la sessione di tiro è fatto obbligo l’utilizzo di occhiali protettivi e protezioni acustiche (cuffie o tappi auricolari).
  11. Il tiratore che ne avesse necessità può richiedere l’assistenza del Direttore di Tiro, il quale è tenuto a offrire la massima collaborazione.

L’inosservanza delle disposizioni qui sopra menzionate può comportare l’allontanamento dallo stand di tiro con un semplice invito verbale o diffida scritta del Direttore di Tiro o del Presidente della Sezione.

Informativa sulla PRIVACY

INFORMATIVA AI SENSI DEL DECRETO LEGISLATIVO 196/2003 (codice in materia di protezione dei dati personali)

Ai sensi dell’articolo 13 del decreto legislativo 196/2003 recante il nuovo “Codice in materia di protezione dei dati personali”, si informa che i dati da Lei forniti formeranno oggetto di trattamento nel rispetto della normativa sopra richiamata e degli obblighi di riservatezza. Tali dati verranno trattati per finalità istituzionali, quindi strettamente connesse e strumentali all’attività della Sezione. Il trattamento dei dati avverrà mediante l’utilizzo di supporto telematico e/o cartaceo, idonei a garantire la sicurezza e la riservatezza. In relazione ai predetti trattamenti Lei potrà esercitare i diritti di cui all’rticolo 7 del decreto legislativo 196/2003, in particolare potrà ottenere, a cura del titolare o del responsabile della banca dati senza ritardo:

  1. la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge;
  2. l’aggiornamento, la rettifica ovvero, qualora vi abbia interesse, l’integrazione dei dati;
  3. di opporsi, in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
  4. di opporsi, in tutto o in parte, al trattamento dei dati personali che lo riguardano, previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta ovvero per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale interattiva e di essere informato dal titolare, non oltre il momento in cui i dati sono comunicati o diffusi, della possibilità di esercitare gratuitamente tale diritto.